Icoolhunt

Da ricercatore in filosofia a imprenditore

By Redazione, agosto 24, 2015

Fare impresa può essere un modo per spezzare la trappola “laureato, qualificato, disoccupato”. Come racconta questa video intervista realizzata da  SardegnaImpresa.eu (di Regione Sardegna), con cui collaboriamo per diffondere la cultura dell’imprenditorialità finalizzata alla creazione di posti di lavoro.

Uno dei passaggi più interessanti dell’intervista è quando Luca Morena, amministratore e co-fondatore di Icoolhunt, parla della paura di fallire quando inizi a fare impresa. Eccone uno stralcio:

“…e per farlo devi essere capace di non sentire il fallimento come un fallimento esistenziale, ma come semplicemente il fatto che una idea non è stata realizzata per qualche ragione.

Io posso portare il mio esempio personale: io penso di aver fallito sostanzialmente nel mio progetto di vita iniziale che era quello di fare il ricercatore all’Università.

E’ stato un fallimento, se vogliamo, anche doloroso. Ma è stato un fallimento assolutamente necessario. Perché di fatto mi ha fatto capire che quello che potevo fare lo potevo fare soltanto al di fuori di quel contesto, e lo potevo fare prendendomi dei rischi che mi toglievano dalle cose che potevo fare più comodamente e più semplicemente.

Quindi il mio consiglio a  chi vuole fare impresa è di trovare la situazione che ti mette più a disagio e sfidarla e fare le cose che uno vuole fare.”

Perché fare impresa può essere un modo per spezzare la trappola “laureato, qualificato, disoccupato”. Ecco la video intervista:

 

 

 

What do you think?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *